La Vera Storia Del Bye Bye Man Non Ti Farà Dormire

La Vera Storia Del Bye Bye Man Non Ti Farà Dormire

Pubblicato il

The Bye Bye Man
Al Cinema

The Bye Bye Man, in arrivo nelle sale italiane dal 19 Aprile, è ispirato a uno scritto di Robert Damon Schneck che, a sua volta, ha preso l’idea da un’agghiacciante leggenda metropolitana in bilico tra realtà ed immaginazione.

UOMO IN FUGA

Secondo alcune fonti, il vero The Bye Bye Man è stato avvistato per le strade di New Orleans, con l’aspetto di un albino cieco nato in Louisiana nel 1920. I suoi genitori lo avevano abbandonato in un orfanotrofio, da cui riuscì a fuggire.

Da quel momento sarebbe saltato sul primo treno iniziando a viaggiare come un vagabondo per gli Stati Uniti, accompagnato dal suo compagno Gloomsinger, un cane mostruoso la cui pelle era cucita insieme alle lingue e agli occhi delle sue vittime. Alquanto raccapricciante come storia, ma molto simile alla creatura mostrata nel film di Stacy Title.

THE BYE BYE MAN
ERICA TREMBLAY in THE BYE BYE MAN

Leggenda o realtà?

Un racconto piuttosto cruento, che spiega l’importanza del treno, il cui fischio preannuncia l’arrivo questa figura inquietante con un mantello oscuro e il volto sfigurato.

L’uomo, infatti, era solito attraversare le rotaie in varie direzioni in compagnia del fedele Gloomsinger: anche nel film i suoni del treno, la comparsa di monete antiche e di un grande cane da caccia senza pelle precedono l’arrivo del The Bye Bye Man.

non dirlo, non pensarlo

Nel film di Title, questo racconto inquietante diventa un horror a tutto campo, con al centro della vicenda un boogeyman letale. Che sia finzione o realtà, poco importa: le celebri urban legend rappresentano il volto più spaventoso del folclore moderno, tanto da aver ispirato numerosi film.

Non fa eccezione “The Bye Bye Man”,  nelle sale dal 19 aprile. Realtà o finzione? Per scoprirlo, ti diamo appuntamento al cinema.

Pubblicato il

Partecipa alla discussione