Belli da morire

Il segreto sta nell’adrenalina: guardate un film horror sul divano e perderete l’equivalente calorico di una barretta di cioccolato. A sostenerlo sono i ricercatori della University of Westminster, che hanno monitorato un gruppo di studenti mentre guardavano 10 classici del terrore, rilevando l’immissione di ossigeno, le pulsazioni, l’emissione di anidride carbonica e il dispendio calorico.

Il dottor Richard Mackenzie, specialista del metabolismo cellulare, ha rilevato che “ognuno dei 10 film testati provoca un aumento della frequenza cardiaca. Quando le pulsazioni accelerano, il cuore pompa il sangue più velocemente e il corpo subisce una scarica di adrenalina”. Più il film è terrorizzante, quindi, maggiori saranno le calorie perse.

10 film ad alto tasso di adrenalina

Un horror di 90 minuti consente di bruciare oltre 110 calorie, più o meno quanto una camminata di 30 minuti. Alcuni titoli risultano più efficaci di altri, in particolare quelli con numerosi colpi di scena che aumentano improvvisamente il battito cardiaco.

horror

Una scena del film “Shining”

Al primo posto della classifica stilata dalla University of Westminster si posiziona “Shining”, che porta al consumo di 184 calorie. Sul podio troviamo poi “Lo squalo” (161 calorie) e  “L’Esorcista” (158 calorie), seguiti da “Alien” (152 calorie), “Saw” (133 calorie), “Nightmare” (118 calorie), “Paranormal Activity” (111 calorie), “The Blair Witch Project” (105 calorie), “Non aprite quella porta” (107 calorie) e infine [Rec] (101 calorie).

La morte si fa (ancora) più bella

“La bellezza è uno strumento di potere; uno dei più micidiali”, ha sentenziato il regista danese Nicolas Winding Refn, annunciando il suo ritorno sul grande schermo con un film crudele e spietato sul mondo dell’apparenza.

L’8 giugno nei cinema italiani arriva “The neon demon“, una favola nera e terrificante, dove la morte sfilerà lungo un’accecante passerella. Un incubo scintillante, da vivere nella micidiale bellezza del grande schermo.