Qual è la sequenza più celebre della storia del cinema? Non ci sono dubbi: la celebre scena dell’omicidio di Janet Leigh nella doccia in Psyco di Alfred Hitchcock. Ma cosa si cela dietro quel capolavoro?

Alexandre O. Philippe ci porta dietro le quinte di una delle sequenze più belle della storia del cinema, raccontandone i retroscena legati alla sua realizzazione. Sarà disponibile dal 5 aprile in DVD e Blu-Ray il documentario 78/52.

Un film rivoluzionario

Quando Psyco uscì nei cinema americani, nel 1960, Alfred Hitchcock era un regista ormai già affermato da vent’anni. Dopo gli esordi in Gran Bretagna, già nel 1939, Hitchcock era emigrato negli Stati Uniti, dove aveva diretto alcuni dei sui film più celebri: Rebecca, la prima moglie, Io ti salverò e Notorious – L’amante perduta.

Nonostante abbia diretto molti indimenticabili capolavori del cinema, Psyco è probabilmente il film più conosciuto di Hitchcock, e sicuramente uno dei più rivoluzionari, non tanto a livello estetico (anche se alcune soluzioni stilistiche hanno fatto scuola), ma per una trovata narrativa sorprendente: la “protagonista”, interpretata da Janeth Leigh, muore dopo mezz’ora dall’inizio del film. Un vero colpo di scena.

Una sequenza tecnicamente straordinaria

È proprio la sequenza della morte di Janeth Leigh a rappresentare l’apice di un film magistrale. Esistono forse, nella storia del cinema, scene più iconiche dell’omicidio nella doccia perpetrato dallo psicopatico Norman Bates ai danni della sventurata ospite del suo inquietante motel?

78 inquadrature e 52 stacchi di montaggio che ancora oggi continuano a stupire lo spettatore contemporaneo, e che il documentario 78/52 analizza non solo dal punto di vista squisitamente cinematografico, ma facendo anche riferimento al contesto sociologico che circonda quei tre intensi minuti di film.

Un’edizione speciale da collezione

Per raccontare la celebre sequenza, il regista Alexandre O. Philippe non si è affidato solo ad una ricostruzione puntigliosa della messa in scena, ma anche alla testimonianza di numerosi “addetti ai lavori” che, in un modo o nell’altro, sono stati colpiti e influenzati dalla sequenza.

 

Compaiono così nel documentario personaggi famosi del mondo del cinema: dal premio Oscar Guillermo Del Toro agli attori Jamie Lee Curtis ed Elijah Wood, fino al compositore Danny Elfman.

78/52 ti aspetto dal 5 aprile in home video in un’edizione speciale da collezione con booklet.